Link Correlati

Demografia e Altro

Abitanti 32.650 circa
Densità 1347,5 abitanti/Km²
Superfice 24,23 Km²
Altitudine Livello del Mare
Santo Patrono Santo Stefano
    Pagine:
  • 1
  • 2

Milazzo


Condividi: Facebook

La città di Milazzo, a circa 39Km da Messina, rappresenta un centro importante della provincia Messinese. Il porto di Milazzo è il punto di partenza per tutti i traghetti diretti alle Isole Eolie. In oltre la marina, è meta tutti i fine settimana di numerosa gente, intenta a passeggiare e fare a acquisti.

Il Borgo di Milazzo

Il “Borgo Antico”, in passato chiamato comunemente “città alta” o “Burgus”, caratterizzato dalla pavimentazione in pietra, è oggi un punto di ritrovo giovanile grazie ai pub e pizzerie che ospita. La sera infatti si anima di Gioventù.

Il Castello

E' uno dei castelli più importanti della Sicilia, per le sue forti caratteristiche difensive, costituite da diverse mura dotate di numerosi merloni, piombatoi da cui i nemici venivano ustionati con l’olio bollente e casamatte per i cannoni.

Inizialmente il castello era costituito da un primo nucleo centrale edificato dagli arabi (la parte più anticha). Le dimensioni del castello andarono via via aumentando, infatti la fortificazione fu poi migliorata da: Normanni, Svevi e Aragonesi. In fine gli Spagnoli aggiunsero l’imponente cinta bastionata, dando al castello le dimensioni attuali.

Il Duomo

All’interno della cinta murata del castello si trova il Duomo di Milazzo, costruito in sostituzione dalla Chiesa Madre di S.Maria, abbattuta nel 1568 per esigenze militari. Furono in oltre abbattute altre due chiese minori per ricavare lo spazio necessario alla costruzione della nuova chiesa.

Il Dumo fu costruito agli albori del XVII secolo da un progetto dell’architetto fiorentino Camillo Camilliani. I lavori di abbellimento non finirono prima del 1700, tanto che la prima pietra della sacrestia fu posta nel 1689, quest’ultima non era prevista nel progetto originale.

Dopo il 1860, a seguito della vittoria e dell’assedio di Garibaldi, parte delle decorazioni e degli arredi all’interno del duomo sono andati perduti.


Condividi: Facebook

    Pagine:
  • 1
  • 2